Home > Prevenzione > SPISAL > Sportello di assistenza ed ascolto sul mobbing nei luoghi di lavoro

Sportello di assistenza ed ascolto sul mobbing nei luoghi di lavoro

A cosa serve

La Legge Regionale n. 8 del 22/01/2010 "Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro" prevede che in ogni Azienda ULSS venga istituito uno Sportello di assistenza ed ascolto sul mobbing, sul disagio e sullo stress psicosociale nei luoghi di lavoro, con l’obiettivo di aiutare i lavoratori a comprendere quale sia la loro condizione di disagio lavorativo indirizzandoli verso le strutture competenti del territorio (ad esempio, Direzione Territoriale del Lavoro, Organizzazioni Sindacali, Consigliera di Parità, ecc.), di fornire informazioni ed indicazioni sui diritti dei lavoratori e sui relativi strumenti di tutela e di dare informazioni ai datori di lavoro ed ai lavoratori sulla valutazione del rischio stress lavoro correlato.


A quale ufficio dell’ULSS 5 rivolgersi

ULSS 5 POLESANA – Dipartimento di Prevenzione – Servizio SPISAL, Viale Tre Martiri, 89 – 45100 Rovigo.
Pec: protocollo.aulss5@pecveneto.it
Telefono Assistenti Sanitari:
 Alfredo Schiavo  0425 394944
 Gabriella Sanguin  0425 394942
 

Chi può usufruirne ed in quali casi

Possono rivolgersi allo sportello tutti i lavoratori di aziende pubbliche e private site nel territorio dell'Azienda ULSS 5 Polesana per problematiche inerenti lo stress lavoro-correlato, il mobbing e il disagio psicosociale nei luoghi di lavoro.
 

Modalità di richiesta e tempi di attesa

Appuntamento tramite chiamata telefonica o tramite e-mail.
Tempi medi di attesa di 10 giorni dal momento della prenotazione.


Cosa fa lo S.P.I.S.A.L.

Prevede un colloquio del lavoratore con un assistente sanitario ed un medico del lavoro per comprendere quale sia la sua condizione di disagio lavorativo, indirizzandolo eventualmente verso le strutture competenti del territorio. Nel caso in cui la condizione di malessere sia significativa ed abbia indotto (o possa indurre) un disturbo della sfera psichica, lo sportello d'ascolto avvierà il lavoratore ad un approfondimento clinico che viene condotto, come secondo livello, attraverso il “Centro di riferimento per il Benessere Organizzativo” provinciale coordinato dallo stesso SPISAL con il contributo dello psicologo.
 

Ulteriori informazioni

L’accesso allo sportello è senza impegnativa e gratuito.
Normativa di riferimento Legge Regionale n. 8 del 22/01/2010 "Prevenzione e contrasto dei fenomeni di mobbing e tutela della salute psico-sociale della persona sul luogo del lavoro".
Ultimo aggiornamento: 01/06/2021