Unità Operativa Complessa di Geriatria

Direttore: DAL SANTO PIERLUIGI CV

L’Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Geriatria si occupa di tutte le malattie acute o croniche riacutizzate che colpiscono i pazienti anziani, dedicandosi particolarmente a quelle persone che non solo per l’età avanzata, ma soprattutto per la presenza di più patologie e/o per problematiche socio-assistenziali, si possono definire “fragili”.
La “mission” della UOC di Geriatria è di realizzare un intervento diagnostico–terapeutico e di recupero funzionale volto a ripristinare sia la stabilità clinica che l’autonomia personale, favorendo quindi il ritorno del paziente al domicilio o, in alternativa, qualora ciò non fosse realizzabile, valutando la migliore risorsa assistenziale possibile a livello territoriale per il paziente. Presso la UOC di Geriatria vengono applicati tutti i protocolli e le linee guida di diagnosi e terapia delle malattie di carattere medico più frequenti nel paziente anziano, avvalendosi  come metodologia di fondo della valutazione multidimensionale, che integra le valutazioni e gli interventi di tutte le figure professionali impegnate nella cure del paziente anziano.
Lo scopo ultimo della UOC Geriatria è quello quindi di promuovere e migliorare lo stato di salute dei pazienti anziani, dando la priorità al mantenimento della autonomia funzionale, identificando e cercando di rimuovere le cause principali della fragilità e interagendo con i vari soggetti per correggere tali condizioni. 
Presso la UOC Geriatria si svolge attività didattica e di formazione per Medici che frequentano la Scuola di Specializzazione in Geriatria dell’Università degli Studi di Padova e per Medici iscritti al corso regionale della Scuola di Formazione Specifica in  Medicina Generale.

Punti di erogazione del servizio

Reparto 5° piano
Indirizzo: Viale Tre Martiri, 140 Rovigo 45100
Dove si trova: 5° piano Blocco M1
Telefono: Guardiola Infermieri 0425 393544 Coordinatrice Infermieristica 0425 393532
Reparto 7° piano
Indirizzo: Viale Tre Martiri, 140 Rovigo 45100
Dove si trova: 7° piano Blocco M1
Telefono: Guardiola Infermieri 0425 394460 Coordinatrice Infermieristica 0425 394459 Reparto -Segreteria 0425 394168
Day surgery
Indirizzo: Viale Tre Martiri, 140 Rovigo 45100
Dove si trova: 5° piano Blocco M2
Telefono: 0425 393029 0425 393546
Ambulatorio
Indirizzo: Viale Tre Martiri, 140 Rovigo 45100
Dove si trova: Area ambulatoriale multispecialistica 1° piano, corpo M2
Telefono: 0425 393043 0425 393056

Informazioni servizio

Il reparto di Geriatria accoglie direttamente dal Pronto Soccorso o in trasferimento da altri reparti di area medica e chirurgica pazienti con patologie acute o croniche riacutizzate che necessitano di cure ospedaliere per insufficienze di organi ed apparati (scompenso cardiaco, insufficienze renali, insufficienze respiratorie, scompensi metabolici), patologie infettive e neurologiche. La selezione dei pazienti da affidare alle cure del reparto di Geriatria è attuata non tanto sulla base del criterio anagrafico, quanto sulla base del numero di gravi patologie (comorbidità), sul grado di autosufficienza e sul rischio di riduzione dell'autonomia, oltre che sulla mancanza di un adeguato supporto socio-assistenziale.     
Strettamente connessa all'attività di diagnosi e cura propria della U.O.C. Geriatria è quella di Ortogeriatria, La recente istituzione dell'Unità Operativa Semplice (UOS) di Ortogeriatria, stabilisce una stretta collaborazione tra i vari specialisti (anestesisti-rianimatori, ortopedici, fisiatri... ) che si alternano nella cura del paziente anziano ricoverato con frattura di femore coordinati dal geriatra secondo protocolli di terapia e assistenza validati a livello nazionale ed internazionale. Essa ha come obiettivo strategico la riduzione degli esiti negativi che le fratture del femore determinano sullo stato di salute generale e funzionale dei pazienti, basti pensare che la mortalità generale è del 5% in fase acuta e del 19-41% entro un anno, mentre la disabilità alla deambulazione è permanente nel 20% dei casi e solo il 30-40% dei pazienti riacquista una autonomia compatibile con le precedenti attività della vita quotidiana. E' stato ampiamente dimostrato dalla letteratura medica internazionale che riducendo il tempo di attesa prima dell'intervento di stabilizzazione della frattura a meno di 48 ore e adottando una serie di interventi clinici e di riabilitazione coordinati dallo specialista geriatra, migliorano gli esiti di salute e le probabilità di recupero funzionale dopo l'evento traumatico. 
L'attività ambulatoriale è strutturata in modo tale da offrire al paziente anziano e alla famiglia che l’assiste la possibilità di attuare approfondimenti diagnostici e terapeutici di patologie gestibili non in regime di ricovero ordinario e di comune riscontro negli anziani (deterioramento cognitivo, scompenso cardiaco, malnutrizione, anemia…), con l'attivazione di percorsi presso il Day Hospital multidisciplinare di Area Medica (V piano corpo M – 0425 393029). Inoltre si eseguono trasfusioni di sangue (anemie note) ed infusioni di farmaci (arteriopatia obliteranti degli arti inferiori non correggibili chirurgicamente o per via endovascolare), come riconosciuto dalla normativa della Regione Veneto.
Particolare rilevanza ha l'ambulatorio dedicato al deterioramento cognitivo (CDCD – Centro per il Deterioramento Cognitivo e le Demenze), visto l'impatto che la malattia ha sullo stato di salute delle persone anziane, sulla autonomia e sulla qualità di vita sia dei pazienti che delle loro famiglie. Il CDCD della U.O.C. Geriatria coordina le attività degli altri CDCD del territorio dell'ULSS 5 “Polesana”, presso l'Ospedale di Adria e di Trecenta, ed opera in stretto collegamento con le attività di supporto psicologico, stimolazione cognitiva personale e di gruppo previste nel “Progetto Alzheimer” finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Il punto di riferimento è quello previsto dal Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale per i pazienti con Demenza (PDTA) previsto dalla Regione Veneto ed esplicitato nella cosiddetta Mappa per le Demenze (https://demenze.regione.veneto.it). Dal 2018 è attivo un gruppo multidisciplinare cui partecipano geriatri, neurologi, neuroradiologi e medici nucleari con lo scopo di precisare al meglio la diagnosi delle varie forme di demenza, avvalendosi delle più avanzate metodiche di indagine strumentale, primo passo per la definizione del piano di cura e di ogni intervento socio-assistenziale. 
Presso gli ambulatori della UOC Geriatria si svolgono valutazioni relative alle patologie endocrinologiche più frequenti nel paziente anziano (v. oltre); la UOC Geriatria collabora con altri specialisti nel percorso diagnostico riservato al paziente “vascolare” (eco-doppler artero-venoso di vari distretti)

NomeIncarico
DAL SANTO PIERLUIGIDirettore UOC Geriatria CV
CATALANO FELICEIncarico di Alta Professionalità in “Patologie Endocrinologiche del Paziente Anziano” CV
CECI MOIRAIncarico di Alta Professionalità in “Disturbi neurocognitivi del paziente anziano” CV
CERVATI GIOVANNAIncarico di Alta Professionalità in “Gestione Clinico Assistenziale del paziente anziano critico nel setting ospedaliero per acuti”
ROSSI LAURAIncarico di Alta Professionalità in “Gestione e trattamento delle Mal Infettive e delle infezioni/colonizzazioni da MDRO del paziente anziano nei vari settings assistenziali” CV
ANDRIOLLI ANTONINOIncarico di Alta Professionalità in “Ospedalizzazione diurna – Day Service" CV
IMOSCOPI ALESSANDRAIncarico professionale di base in Geriatria
PETRUZZELLIS FLORINDAIncarico professionale di base in Geriatria CV
SPAGNOLO ERMINIAIncarico professionale di base in Geriatria
BURATTIN GIUSEPPEResponsabile UOS Ortogeriatria CV
ORARI E MODALITA’ DI VISITA AI PAZIENTI: seguono le indicazioni regionali e aziendali per il contenimento del rischio di diffusione della infezione da Sars-CoV2. Attualmente vengono assicurate visite giornaliere ai degenti, in orario pomeridiano (ore 17 – 19), secondo programmazione che tiene conto del n° di posti letto al fine di evitare assembramenti; in particolari situazioni, previa segnalazione alle coordinatrici di reparto e autorizzazione del Direttore, l'orario di visita ed assistenza ai ricoverati potrà essere esteso per un tempo adeguato ai bisogni del paziente. 
ORARI E MODALITA’ DI COLLOQUIO CON I FAMILIARI: allo scopo di ridurre il rischio di diffusione dell'infezione da Sars-CoV2, sarà data preferenza alle informazioni telefoniche che avverranno con cadenza almeno trisettimanale. In casi selezionati e complessi sarà possibile eseguire colloqui informativi “in presenza” in spazi e modalità concordati preventivamente. 
MODALITA’ DI ACCESSO COME PAZIENTI (CUP, ACCESSO DIRETTO, ECC.): i pazienti possono accedere ai servizi offerti dalla UOC Geriatria in regime di ricovero, urgente da Pronto Soccorso o programmato, sulla base di richiesta motivata dal Medico di Famiglia, previa valutazione dello specialista geriatra. Le visite ambulatoriali sono richieste dal Medico di Famiglia, rispettando la Classe di Priorità indicata a seconda del quadro clinico e socio-assistenziale del paziente (I visite prenotabili a CUP, controlli gestiti secondo agenda interna sempre a CUP).   
Ospedali