Home > Prevenzione > Medicina legale > Commissione invalidi civili

Commissione invalidi civili -handicap - disabilità - cieco civile - sordo civile

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI VISITA

Dal 1 gennaio 2010 le domande per ottenere benefici in materia di invalidità, cecità e sordità civile, handicap e disabilità, sono presentate all'INPS esclusivamente per via telematica.

Il cittadino che intende presentare domanda all’INPS, per il riconoscimento di una infermità invalidante deve:
  • recarsi dal proprio medico di famiglia, che provvede a redigere e trasmettere il certificato medico per via telematica;
  • presentare all' INPS per via telematica, direttamente, oppure tramite Patronato o Associazioni di categoria, domanda di riconoscimento dei benefici;
  • l’INPS rilascerà, all'atto della trasmissione della domanda, una ricevuta di avvenuta trasmissione.
 

TIPOLOGIA DI INVALIDITÀ PER CUI SI PUO’ PRESENTARE DOMANDA

Riconoscimento di invalidità civile
Il riconoscimento dell’invalidità civile è collegato a diversi benefici, in rapporto al grado di invalidità accertato, per approfondimento vedi tabella allegata.
 
Riconoscimento della condizione di handicap – Legge n. 104/92
Nel riconoscimento dello stato di handicap viene presa in considerazione la difficoltà d’inserimento sociale dovuta alla patologia o menomazione riscontrata. Il concetto di handicap – come definito dalla Legge n. 104/92 – esprime la condizione di svantaggio sociale che una persona presenta nei confronti delle altre persone. Tale valutazione si differenzia dalla menomazione (fisica, psichica o sensoriale) che da quella condizione ne è la causa.
Qualora la Commissione riconosca l’handicap in condizione di gravità, la persona che ne è portatrice o chi la assiste ha diritto ad ottenere permessi retribuiti per assentarsi dal lavoro e sgravi fiscali, sia che si tratti di lavoratore pubblico che privato.
Riconoscimento della condizione di disabilità lavorativa – Legge n. 68/99
La Commissione valuta la disabilità della persona in ambito lavorativo e certifica le capacità lavorative residue, in modo da favorire l’inserimento della stessa in attività confacenti alle proprie attitudini, attraverso servizi di sostegno e collocamento mirato. La domanda può essere presentata dagli invalidi civili che presentino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%.
Riconoscimento della condizione di sordo civile
Sono riconosciuti tali i cittadini che presentano una minorazione dell’udito, congenita, o acquisita in età evolutiva, che abbia compromesso il normale apprendimento del linguaggio parlato. Il riconoscimento di tale condizione comporta la corresponsione di un’indennità economica e benefici fiscali.
Si sottolinea che i cittadini che presentano ipoacusia in età adulta, con necessità di protesi acustica, dovranno fare richiesta di “invalidità civile” e non di “sordo civile”.
Riconoscimento della condizione di cieco civile
Tale qualifica viene riconosciuta ai cittadini che presentano una cecità bilaterale totale (ciechi assoluti), che abbiano un residuo visivo con correzione non superiore ad un ventesimo in entrambi gli occhi (ciechi parziali), ovvero che abbiano severo deficit del campo visivo (<10%). Entrambe queste condizioni comportano l’attribuzione di una indennità economica e di benefici fiscali.
 

INVITO A VISITA E RICHIESTA ACQUISIZIONE DOCUMENTAZIONE SANITARIA

Le domande inviate a INPS dal cittadino sono acquisite in via telematica dall’AULSS competente per territorio di residenza del cittadino richiedente e gli inviti vengono programmati in ordine cronologico di arrivo. L’invito viene inviato al domicilio dell’utente per via postale. 
Il cittadino richiedente dovrà portare con sé, in occasione della visita, copia della documentazione clinica utile a valutare le patologie sofferte.
Le richieste di accertamento ai sensi della L. 80/06 e le richieste di visita domiciliare, dovranno essere corredate di documentazione sanitaria che dovrà essere inviata entro 7 giorni dalla data di presentazione della domanda alla seguente e-mail: invalidicivili.rovigo@aulss5.veneto.it.
La documentazione sanitaria deve essere recente, rilasciata da strutture del SSN o strutture accreditate – convenzionate e deve contenere indicazioni relative allo stato attuale di salute e alle terapie a cui l’assistito verrà sottoposto.
Qualora l’utente presenti una domanda di aggravamento rispetto ad una precedente domanda , la documentazione sanitaria da inviare deve fare riferimento al periodo successivo alla data dell’accertamento già effettuato.
Si fa presente che le visite domiciliari devono essere certificate dal medico curante e che sono previste esclusivamente in caso di intrasportabilità del richiedente, cioè quando la persona non è nelle condizioni di recarsi a visita medica collegiale perché il trasporto comporterebbe un grave rischio per la sua salute e la sua incolumità.
 

COMUNICAZIONE DELL’ESITO DEGLI ACCERTAMENTI

Il verbale che esprime la valutazione della Commissione ULSS di prima istanza viene validato dall'INPS, cui spetta il giudizio definitivo, sarà pertanto INPS che provvederà a trasmetterlo all'interessato.
L’INPS ha 60 giorni di tempo per confermare il giudizio espresso dalla commissione ULSS, oppure per sospendere il giudizio disponendo visita diretta.
In rapporto a queste differenti modalità procedurali, l’esito verrà trasmesso all’interessato a cura dell’INPS. 
Gli eventuali benefici decorrono comunque dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda, salvo specifica indicazione differente da parte della Commissione di prima istanza.
 

EVENTUALI REVISIONI

Qualora sul verbale validato INPS sia prevista una data di revisione, la stessa sarà gestita direttamente da INPS.
 

RICHIESTA COPIA VERBALE

Le richieste di copia dei verbali originali vanno effettuate direttamente ad INPS.
 

CONTATTI

Distretto 1
Cittadella Socio Sanitaria di Rovigo, Viale Tre Martiri, 89 Rovigo, 45100; Blocco C, 4° Piano

Orari Segreteria

  • Reperibilità telefonica:lunedì e mercoledì dalle ore 08:30 alle ore 12:30 Telefono: 0425393768
Referenti amministrative: Campion Donatella, Piva Rachele
 
  •  Apertura dello sportello informazioni della segreteria:
martedì e venerdì dalle 08:30 alle 12:30

Fax: 0425394747
E-mail: invalidicivili.rovigo@aulss5.veneto.it

Per i residenti del Distretto 1 le Commissioni si riuniscono:
  • Rovigo (Cittadella Socio Sanitaria, Viale Tre Martiri 89, Blocco C, 4° piano) nelle giornate di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì.
  • Badia Polesine (Ex Ospedale – Ambulatorio Invalidi, Riviera Miani, 66) nelle giornate di martedì e giovedì.
Distretto 2
Ospedale Vecchio di Adria, Piazzale degli Etruschi, 9 Adria 45011; 2° Piano
 

Orari Segreteria

  • Reperibilità telefonica: dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 09:30 Telefono: 0426940136

Referente amministrativo: Cuberli Annalisa
 
  • Apertura dello sportello informazioni della segreteria:
lunedì e mercoledì dalle 10:00 alle12:00

Fax: 0426940126
E-mail: invalidicivili.rovigo@aulss5.veneto.it

Per i residenti del Distretto 2 le Commissioni si riuniscono:
Adria (Ospedale vecchio, Piazzale degli Etruschi, 9 Adria, piano terra) nelle giornate di lunedì e mercoledì.

 

Ultimo aggiornamento: 06/12/2022
Prevenzione