Home > Prevenzione > SPISAL > Ricorso avverso il giudizio del medico competente

Ricorso avverso il giudizio del medico competente

A cosa serve

Avverso il giudizio espresso dal medico competente alla mansione specifica è ammesso ricorso da parte del lavoratore o del datore di lavoro allo S.P.I.S.A.L. nel territorio in cui è ubicata l’azienda. Tale Servizio può disporre, dopo eventuali ulteriori accertamenti, la conferma, la modifica o la revoca del giudizio stesso.
 

A quale ufficio inoltrare la richiesta

ULSS 5 POLESANA – Dipartimento di Prevenzione – Servizio SPISAL:
  • DISTRETTO 1 ROVIGO: Viale Tre Martiri, 89 – 45100 Rovigo.
    Pec: protocollo.aulss5@pecveneto.it - Fax: 0425 394730 - Telefono segreteria 0425 393790.
  • DISTRETTO 2 ADRIA: Piazza degli Etruschi, 9 – 45011 Adria (RO).
    Pec: protocollo.aulss5@pecveneto.it. Fax: 0426 940126. Telefono segreteria 0426 940117.

Quando inoltrarlo

Entro 30 giorni dalla data in cui si è ricevuta la comunicazione del giudizio da parte del medico competente.
 

Documentazione da presentare

Domanda in carta semplice (su apposito modulo), in cui vengano indicati i dati anagrafici dell’interessato e della ditta presso cui lavora. E’ opportuno che venga allegata anche la documentazione sanitaria personale pregressa, che in ogni caso dovrà essere presentata al momento della visita.
 

Tempi medi di attesa

Il soggetto verrà visitato dopo l’acquisizione della documentazione richiesta alla ditta e/o al lavoratore. La risposta finale verrà comunicata non oltre 90 giorni dal ricevimento della domanda.
 

Cosa fa lo S.P.I.S.A.L.

Informa del ricorso il datore di lavoro, il medico competente e il lavoratore e richiede documentazione sulle mansioni svolte, sui relativi rischi e sulla sorveglianza sanitaria effettuata.
Esegue la visita medica collegiale, nel corso della quale potranno essere richieste ulteriori accertamenti sanitari o visite specialistiche (senza alcun onere per il lavoratore).
Possono essere necessari anche sopralluoghi ispettivi presso il luogo di lavoro per accertare le condizioni di esposizione.
Infine il Servizio dispone la conferma, la modifica o la revoca del giudizio espresso dal Medico Competente.
La risposta all'utente viene trasmessa tramite posta con raccomandata RR, al lavoratore, al datore di lavoro e al medico competente.
 

La prestazione è gratuita
Normativa di riferimento
D.lgs. 81/2008,  articolo 41 comma 9 e Indicazioni Regionali del 23/04/2002 n° 20631/50.03.41.

Ultimo aggiornamento: 13/05/2021