Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti , per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi , ed altresì per l'invio di messaggi promozionali personalizzati. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni si rinvia alla nostra Cookie Policy

   

Quinto giorno consecutivo a contagio zero

“Segnale che ci permette di guardare al futuro con fiducia e ottimismo"

"Senza dimenticare di tenere alta l’attenzione e il senso di responsabilità”

POSITIVITÀ

0 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 449 i residenti in Polesine con positività al COVID-19 riscontrati da inizio epidemia).

STRUTTURE RESIDENZIALI EXTRA OSPEDALIERE IN POLESINE

Non si segnalano nuove positività e nuove guarigioni.

Gli ospiti delle Strutture attualmente positivi diventano quindi 12 (10 agli Istituti Polesani e 2 a Fratta Polesine); un operatore attualmente è positivo, a Villa Tamerici.

“Per quanto riguarda le Strutture, siamo riusciti a mantenere basso il numero dei contagi nonostante la fragilità degli ospiti stessi. Questo è un risultato molto importante, raggiungo grazie al duro lavoro svolto dalle Direzioni delle Strutture con il supporto della nostra task force” ha comunicato il Direttore Generale.

OSPEDALE NELLA FASE 2 – RIPRESA DELLE ATTIVITÀ

PRESTAZIONI  

Ieri, 28 maggio 2020, abbiamo erogato un totale di 8035 prestazioni.  

ATTIVITA’ CUP (Centro Unico Prenotazione)

Il Centro unico di Prenotazione ha ricevuto, ieri 28 Maggio, circa 6000 chiamate, un numero ancora elevato.

TAMPONI

I tamponi eseguiti da inizio epidemia, in Polesine, sono 28.487. Le persone sottoposte a tampone sono 17.165. 

“Per quanto riguarda il piano degli Screening di Sanità Pubblica di tutte le categorie a rischio  sino alla giornata di oggi, sono state sottoposte a tampone 9859 persone con oltre 15000 tamponi eseguiti. Sono ancora positivi 6 nostri dipendenti, 7 dipendenti di Strutture Private accreditate e 1 operatore di una Struttura Residenziale per anziani. In particolare, su 2954 dipendenti della nostra Azienda, da inizio epidemia abbiamo avuto solo 41 positività, segnale del buon lavoro portato avanti dalla nostra Azienda e dagli operatori stessi. Tutte le positività sono di lunga data; in alcuni casi, infatti, la negativizzazione avviene in tempi molto lunghi nonostante le persone siano asintomatiche. A breve, per questo screening, ci avvarremmo degli spazi del Censer di Rovigo e dell’aiuto della Croce Rossa e della Croce Verde per l’esecuzione dei test sierologici rapidi. Nei prossimi giorni prenderà il via anche lo screening voluto dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità per realizzare una mappa sierologica, attraverso l’esecuzione di test sierologici per via venosa. Il campione della nostra provincia riguarda circa 600 persone residenti in 9 Comuni. Queste persone verranno contattate da Croce Rossa e faranno i prelievi presso i nostri Centri Prelievo dislocato sul territorio. L’ultimo screening, che partirà la prossima settimana, è un progetto sperimentale di Regione Veneto per monitorare la situazione all’interno del mondo industriale; si sottoporranno a tale screening i dipendenti di 5 Aziende del Polesine” ha annunciato il dr. Antonio Compostella.

NATI

In Provincia di Rovigo, nelle ultime 24 ore, sono nati 2 bambini.

GUARIGIONI

1 nuova guarigione porta il totale a 380 guariti in Polesine da inizio epidemia.

RICOVERATI

4 ricoverati:

  • 0 in Ospedale a Rovigo
  • 4 in Area COVID a Trecenta
  • 0 in Terapia Intensiva COVID a Trecenta 

Tutti e i 4 ricoverati si sono negativizzati ma non sono ancora guariti; hanno, infatti, ancora presenza di sintomatologia.

Ad oggi sono 113 le persone poste in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva.

“Il futuro, ora più che mai, è nelle nostre mani. Dobbiamo rispettare tassativamente le regole igieniche e di distanziamento individuale. Il nostro senso di responsabilità deve rimanere elevato” con queste parole il Direttore Generale, dr. Antonio Compostella, ha chiuso la conferenza stampa odierna sulla situazione dell’epidemia da COVID-19 in Polesine.



Ritorna